Cosa vedere a Calcutta

Quando si va a visitare a calcutta o Kolkota(nome nuovo) si pensa cosa vedere a Calcutta quindi abbiamo preparato un lista dei posti da non perdere a Calcutta. Calcutta è principalmente preferita dai viaggiatori per conoscere l’era coloniale britannica, molte di queste strutture sono state dichiarate patrimonio dell’umanità. Da vedere l’attrazione turistica nella città della gioia include anche la chiesa della Cattedrale di Paul, Shaheed Minar, Science City e Second Hoogly Bridge.

Howrah Bridge

cosa vedere a Calcutta

Howrah Bridge è un ponte sospeso sul fiume Hooghly nel West Bengal, in India. Commissionato nel 1943, il ponte era originariamente chiamato New Howrah Bridge, perché sostituiva un ponte di barche nella stessa posizione che collegava le due città di Howrah e Calcutta (Calcutta). Il 14 giugno 1965 fu ribattezzata Rabindra Setu dal grande poeta bengalese Rabindranath Tagore, che fu il primo premio Nobel indiano e asiatico. È ancora popolarmente conosciuto come il ponte Howrah.

Il Mercato dei fiori – Cosa vedere a Calcutta

Vicino all’estremità sud-est di Howrah Bridge, questo mercato dei fiori è affascinante e colorato praticamente 24 ore al giorno. Tuttavia, se visiti all’alba, vedrai arrivare i grossisti con enormi spedizioni di fiori che vengono poi venduti all’asta ai rivenditori. Molti lavoratori vivono in baracche di fortuna, facendo il bagno nel fiume alle spalle di un ghat con le viste al tramonto di Howrah Bridge. Intorno alle 7 del mattino, i lottatori locali praticano la loro arte su una piccola area ingabbiata di sabbia, leggermente arretrata rispetto al fiume.

Kumortuli 

coas vedere a calcutta

Kumortuli (anche compitato Kumartuli, o l’ortografia arcaica Coomartolly) è un quartiere tradizionale dei vasai nel nord Kolkata (precedentemente noto come Calcutta), la capitale dello stato orientale indiano del Bengala occidentale. La città è famosa come hot spot per scolpire che non solo produce idoli di argilla per varie feste, ma anche le esporta regolarmente.

Il College Street – Cosa vedere a Calcutta

Il College Street è famoso soprattutto per le librerie piccole e grandi, che gli danno il soprannome Boi Para (Colony of Books). Persone da tutta la città e diverse parti dello stato si riuniscono qui per i loro libri. Molti pezzi grossi dell’industria editoriale bengalese (come: Ananda Publishers, Dey’s Publishing, Rupa & Co., ecc.) Si trovano qui. La strada è costellata da innumerevoli chioschi di libri molto piccoli che vendono libri nuovi e vecchi.  Un articolo della rivista Smithsonian descriveva College Street come … un mezzo miglio di librerie e scaffali che si riversavano sul marciapiede, portando prime edizioni, opuscoli, libri tascabili in ogni lingua indiana, con più di una discreta infarinatura di libri dentro e fuori di stampa da Francia, Germania, Russia e Inghilterra. Si possono acquistare libri rari a prezzi stracciati e si svolge una vasta contrattazione. 

Prova del Caffe Indiano(Indian Coffee House) – Cosa vedere a Calcutta

La storia della Coffee House at College Street può essere fatta risalire ad Albert Hall, fondata nell’aprile del 1876. Più tardi, il Coffee Board decise di avviare un caffè comune dall’Albert Hall nel 1942. Notevoli cittadini erano visitatori abituali del luogo. Nel 1947, il governo centrale cambiò il nome del luogo in “Coffee House”. Il luogo divenne un luogo d’incontro per poeti, artisti, letterati e persone del mondo dell’arte e della cultura. Nel 1958, la direzione decise di chiudere la Coffee House, ma fu riaperta lo stesso anno, dopo che i professori del Presidency College e della Calcutta University fecero una petizione speciale al governo, per salvare il luogo del patrimonio. Nel 2006 un’enorme crisi finanziaria ha impedito alla società cooperativa di rinnovare la casa del caffè. Anche se alcune aziende come Asian Paints si sono rivolte alla società con offerte per rinnovare il ristorante, le offerte sono state rifiutate a causa dello scontro di norme e condizioni.

Il Victoria Memorial

Cosa vedere a Calcutta

Il Victoria Memorial è un grande edificio in marmo a Kolkata, nel Bengala occidentale, in India, costruito tra il 1906 e il 1921. È dedicato alla memoria della regina Vittoria (1819-1901) ed è ora una destinazione turistica e museale sotto gli auspici di il Ministero della Cultura. Il memoriale giace sul Maidan (terreni) vicino alla riva del fiume Hooghly, vicino alla strada Jawaharlal Nehru. Nel gennaio del 1901, alla morte della regina Vittoria, George Curzon, primo marchese Curzon di Kedleston e viceré dell’India, suggerì la creazione di un memoriale adatto. Ha proposto la costruzione di un grande edificio con un museo e giardini. Curzon disse,

“Facciamo, quindi, avere un edificio, maestoso, spazioso, monumentale e grandioso, al quale si rivolgerà ogni nuovo arrivato a Calcutta, al quale si unirà tutta la popolazione residente, europea e indigena, dove tutte le classi impareranno le lezioni della storia e vedere ravvivato davanti ai loro occhi le meraviglie del passato. “

Il principe di Galles, in seguito re Giorgio V, pose la prima pietra il 4 gennaio 1906, e fu formalmente aperto al pubblico nel 1921.

Nel 1912, prima che la costruzione del Victoria Memorial fosse terminata, il re Giorgio V annunciò il trasferimento della capitale dell’India da Calcutta a Nuova Delhi. Così, il Victoria Memorial fu costruito in quella che sarebbe stata una città di provincia piuttosto che una capitale.

Poi si visita Il Cattedrale di St. Paul – Cosa vedere a Calcutta

Il Cattedrale di St. Paul è un CNI, Chiesa dell’India del Nord Cattedrale di sfondo anglicano a Kolkata, West Bengal, India, noto per la sua architettura gotica. È la sede della diocesi di Calcutta. La pietra angolare fu posta nel 1839; l’edificio fu completato nel 1847. Si dice che sia la più grande cattedrale di Kolkata e la prima chiesa episcopale in Asia. Fu anche la prima cattedrale costruita nel territorio d’oltremare dell’impero britannico. L’edificio sorge su Cathedral Road sull ‘”isola delle attrazioni” per offrire più spazio alla crescente popolazione della comunità europea di Calcutta nel 1800.

Dopo il terremoto del 1897 e il successivo massiccio terremoto del 1934, quando Calcutta subì gravi danni, la cattedrale fu ricostruita su un progetto rivisto. Il progetto architettonico della cattedrale è “indo-gotico”, uno stile architettonico gotico progettato per soddisfare le condizioni climatiche dell’India. Il complesso della cattedrale ha una biblioteca, situata sopra il portico occidentale, e una mostra di forme d’arte plastica e cimeli. Oltre a quello del vescovo Daniel Wilson, il fondatore della cattedrale, l’altra sepoltura notevole nella chiesa è quella di John Paxton Norman, un capo della giustizia che fu assassinato nel 1871.

La casa madre dei Missionari della Carità

La casa madre dei Missionari della Carità è un luogo sacro di pellegrinaggio e riverenza per coloro che sono alla ricerca di un’esistenza più significativa. Fu fondato dalla Beata Madre Teresa nel 1950 con lo scopo di servire disinteressatamente l’umanità e di elevare l’umanità afflitta verso la via della salvezza. Dopo che Madre Teresa lasciò il suo corpo mortale nel 1997, fu sepolta in una tomba all’interno della casa in cui viveva e serviva. Il sito della tomba è molto semplice eppure emana un’enorme quantità di vibrazione benigna e pura che riempie il cuore di gratitudine e pace. Situata tra il rumore e la folla, la tomba di Madri è un vero riflesso della sua vita che ha contemplato l’esempio di una meditazione profonda e consapevole.
In allegato all’edificio, un piccolo museo intitolato “La vita, lo spirito e il messaggio di Madre Teresa” mostra i sandali logori di Madre Teresa, la scodella smaltata, il sari, il crocifisso, il rosario, alcune lettere manoscritte ed esortazioni spirituali. La “stanza della madre” è conservata in tutta la sua semplicità con una corona di spine sopra il suo modesto letto da campo.
Le petizioni di preghiera possono essere inserite nella scatola sulla tomba di Madre Teresa durante la visita. Tutte le suppliche vengono offerte sull’altare durante la messa settimanale del venerdì.

Altri Link

Cosa vedere in Rajasthan           Cosa vedere in Kerala            Cosa vedere in Kashmir                 Cosa vedere in Punjab

Cosa vedere in Gujrat                  Cosa vedere a Leh                    Cosa vedere a Mumbai                   Cosa vedere a Delhi

Cosa vedere a Varanasi               Cosa vedere a Jaipur              Cosa vedere a Jodhpur                   Cosa vedere a Udaipur

Cosa vedere a Jaisalmer             Cosa vedere a Pushkar           Cosa vedere a India                           Cosa vedere a Khajurao

Cosa vedere in Agra                      Cosa vedere a Cochin              Cosa vedere a Ellora                        Cosa vedere a Ajanta

Cosa vedere a Amritsar               Cosa vedere a Srinagar          Cosa vedere a Dharamshala