Cosa vedere in Kashmir 

 

Leh è una città nel distretto di Leh, nello stato indiano di Jammu e Kashmir. Era la capitale del regno himalayano del Ladakh, la cui sede era nel Leh Palace, l’antica residenza della famiglia reale del Ladakh, costruita nello stesso stile e nello stesso periodo del Palazzo del Potala in Tibet, il capo residenza del Dalai Lama fino al 14 ° Dalai Lama fuggì a Dharamshala, in India, durante la rivolta tibetana del 1959. Leh si trova a un’altitudine di 3.524 metri (11.562 piedi) ed è collegata tramite l’autostrada nazionale 1 a Srinagar nel sud-ovest e a Manali nel sud attraverso l’autostrada Leh-Manali. Nel 2010, Leh è stata pesantemente danneggiata dalle improvvise inondazioni causate da una raffica di nubi.

Il Ladakh (“terra di alti passi”) è una regione nello stato indiano del Jammu e Kashmir che attualmente si estende dal ghiacciaio Siachen nel Karakorum fino alla principale Grande Himalaya a sud, abitata da popolazioni di discendenza indo-ariana e tibetana . È una delle regioni più scarsamente popolate del Jammu e Kashmir e la sua cultura e storia sono strettamente legate a quella del Tibet. Il Ladakh è famoso per la sua bellezza e cultura di montagna remota. Storicamente, la regione comprendeva le valli del Baltistan (Baltiyul) (ora principalmente in Pakistan), l’intera valle dell’Indo superiore, il remoto Zanskar, Lahaul e Spiti a sud, gran parte di Ngari tra cui la regione di Rudok e Guge a est, Aksai Chin nel nord-est (che si estende fino alle montagne Kun Lun), e nella valle del Nubra a nord sopra Khardong La nella catena del Ladakh. Il Ladakh contemporaneo confina con il Tibet a est, le regioni di Lahaul e Spiti a sud, la Valle del Kashmir, le regioni di Jammu e Baltiyul a ovest e l’angolo sud-occidentale dello Xinjiang attraverso il Passo del Karakoram, nell’estremo nord.

Aksai Chin è una delle zone di confine contese tra Cina e India. È amministrato dalla Cina come parte della contea di Hotan, ma è anche rivendicato dall’India come parte della regione del Ladakh nello stato di Jammu e Kashmir. Nel 1962, Cina e India combatterono una breve guerra per Aksai Chin e Arunachal Pradesh, ma nel 1993 e 1996 i due paesi firmarono accordi per rispettare la linea di controllo effettivo. In passato il Ladakh acquisì importanza dalla sua posizione strategica al crocevia di importanti rotte commerciali [7], ma poiché le autorità cinesi chiudevano i confini con il Tibet e l’Asia centrale negli anni ’60, il commercio internazionale si è ridotto a eccezione del turismo. Dal 1974, il governo indiano ha incoraggiato con successo il turismo in Ladakh. Dal momento che il Ladakh è una parte del Jammu e Kashmir strategicamente importante, l’esercito indiano mantiene una forte presenza nella regione.

La città più grande in Ladakh è Leh, seguita da Kargil. Il governo di Jammu e Kashmir ha creato una divisione amministrativa separata dalla divisione del Kashmir con quartier generale a rotazione 6 mesi (estate) a Kargil e 6 mesi a leh (inverno) buddisti tibetani (39,7%) e gli indù (12,1%) rappresentano collettivamente la maggioranza della popolazione mentre una pluralità di Ladakhi (il 46,7%) sono musulmani (principalmente sciiti). Altri gruppi religiosi includono Sikh. Alcuni attivisti di Leh hanno chiesto in tempi recenti che il Ladakh fosse costituito come territorio sindacale a causa del trattamento ingiusto del Kashmir e delle divergenze culturali del Ladakh con il Kashmir prevalentemente musulmano mentre gli abitanti di Kargil si oppongono allo status di UT per il Ladakh.

si guida a Pahalgam via Pampore dove è possibile visitare famosi campi di zafferano, Awantipora e il villaggio di Bijbehara che rimane famoso come il cestino del pane del Kashmir. Si passa dall’autostrada 1A nazionale a Khanabal e si attraversa la seconda città più grande di Anantnag. Pahalgam è una pittoresca valle intorno 97 km a sud del Kashmir. Conosciuta come Pahalgam (che significa il villaggio dei pastori), la valle è rinomata in tutto il mondo per le sue foreste esotiche, i graziosi ruscelli d’acqua e le imponenti cime innevate. Arriviamo a Pahalgam e check in hotel, dopo una visita turistica intorno alla valle di montagna per la maggior parte della giornata,

Gulmarg (2440 metri sul livello del mare). È una delle più belle stazioni collinari e chiamato anche “Meadows of flower”. L’unità passato villaggi colorati e campi di riso, ti dà una visione del ricco passato culturale del Kashmir. Arriviamo in una piccola pittoresca cittadina di mercato di Tangmarg e proseguiamo su un tragitto panoramico di 14 chilometri da Gulmarg. Gulmarg ha una delle migliori piste da sci del mondo e il più alto campo da golf con 18 buche.  Arriviamo a Gulmarg nelle prime ore del pomeriggio e iniziamo un breve giro intorno al prato familiarizzando con la bellezza del posto.

Altri Link

 

Cosa vedere in Rajasthan           Cosa vedere in Kerala            Cosa vedere in Agra                        Cosa vedere in Punjab

Cosa vedere in Gujrat                  Cosa vedere a Leh                    Cosa vedere a Mumbai                   Cosa vedere a Delhi

Cosa vedere a Varanasi               Cosa vedere a Jaipur              Cosa vedere a Jodhpur                   Cosa vedere a Udaipur

Cosa vedere a Jaisalmer             Cosa vedere a Pushkar           Cosa vedere a India                         Cosa vedere a Khajurao

Cosa vedere a Calcutta                Cosa vedere a Cochin              Cosa vedere a Ellora                        Cosa vedere a Ajanta

Cosa vedere a Amritsar               Cosa vedere a Srinagar          Cosa vedere a Dharamshala