Cosa vedere in Punjab

Amritsar

Amritsar, conosciuto anche storicamente come Rāmdāspur e colloquialmente come Ambarsar, è una città dell’India nordoccidentale che è la sede amministrativa del distretto di Amritsar e si trova nella regione del Majha, nello stato indiano del Punjab.

Secondo il censimento del 2011, la popolazione di Amritsar era di 1.132.761 abitanti. È una delle dieci corporazioni municipali dello stato e Karamjit Singh Rintu è l’attuale sindaco della città. La città si trova a 217 km (135 miglia) a nord-ovest della capitale dello stato di Chandigarh e 455 km (283 miglia) a nord-ovest di Nuova Delhi, capitale nazionale. È vicino al Pakistan, con il confine di Wagah a soli 28 km (17,4 miglia) di distanza.

Amritsar è stata scelta come una delle città del patrimonio per HRIDAY – Schema di sviluppo e valorizzazione della città del patrimonio di Yojana del governo indiano. Amritsar ospita l’Harmandir Sahib, popolarmente noto come “il Tempio d’oro”, uno dei gurudwaras più spiritualmente significativi e più visitati del Sikhismo. La città è anche nota per le sue scuderie in legno e per l’industria di produzione di pezzi degli scacchi.

Golden Temple

L’Harmandir Sahib, noto anche come Darbar Sahib (“Dimora di Dio”, “Exalted Holy Court”), è un Gurdwara situato nella città di Amritsar, nel Punjab, in India. È il principale sito di pellegrinaggio del Sikhismo. Di solito è chiamato il Tempio d’oro in inglese, perché è placcato in oro.

Il Gurdwara sahib è costruito attorno a una pozza artificiale (Sarovar) che fu completata da Guru Ram Das nel 1577.Guru Arjan, il quinto Guru del Sikhismo, chiese a Sai Mian Mir – un Pir musulmano di Lahore, di porre la sua prima pietra in 1589. Nel 1604, Guru Arjan mise una copia di Adi Granth a Harmandir Sahib, chiamando il sito Ath Sath Tirath (letteralmente “santuario di 68 pellegrinaggi”). Il Gurdwara fu ripetutamente ricostruito dai sikh dopo essere diventato un bersaglio di persecuzioni e fu più volte distrutto dagli eserciti musulmani provenienti dall’Afghanistan e dall’impero moghul. L’esercito guidato da Ahmad Shah Abdali, ad esempio, lo demolì nel 1757 e di nuovo nel 1762, quindi riempì la piscina di spazzatura. I lavori di costruzione dell’attuale Harmandir Sahib si sono svolti nel 1764 sotto la guida di Sultan-e-Quam Sardar Jassa Singh 1718-1783 e altri principali Sikh Misl Sardars e Jagirdars sotto Kaar Seva, grandi congregazioni sikh riunite ad Amritsar per aiutare a ricostruire Darbar Sahib. Harmandir Sahib fu finalmente completato nel 1776. Maharaja Ranjit Singh visitò Darbar Sahib nel 1802 dopo aver catturato Amritsar da Sardar Gurdit Singh Dhillon e sua madre Mai Sukkha di Bhangi Sikh Misl. Maharaja lo posò in marmo e rame tra il 1820 e il 1831 e sovrappose il sanctum con un foglio d’oro nel 1830. Questo ha portato al nome di Tempio d’oro.

Il Gurdwara è spiritualmente il santuario più significativo della religione sikh. Nei primi anni ’80, il tempio divenne un centro di conflitto tra il governo indiano guidato da Indira Gandhi, alcuni gruppi sikh e un movimento militante guidato da Jarnail Singh Bhindranwale che cercava di creare una nuova nazione chiamata Khalistan. Nel 1984, Gandhi ha inviato nell’esercito indiano come parte dell’operazione Blue Star, portando alla morte di oltre 1.000 militanti, soldati e civili, oltre a causare molti danni al Gurdwara e la distruzione di Akal Takht. Il complesso di Gurdwara fu ricostruito di nuovo dopo il danno del 1984. L’Harmandir Sahib è una barca aperta di culto per tutti gli uomini e le donne, di ogni ceto sociale e fede. Ha una pianta quadrata con quattro ingressi e ha un percorso di circumambulazione intorno alla piscina. Il tempio è una collezione di edifici attorno al santuario e alla piscina. Uno di questi è Akal Takht, il centro principale dell’autorità religiosa del Sikhismo. Altri edifici includono una torre dell’orologio, gli uffici del comitato di Gurdwara, un museo e un langar – una cucina a conduzione familiare gratuita Sikh che serve un semplice pasto vegetariano a tutti i visitatori senza discriminazioni. Oltre 100.000 persone visitano il santuario santo ogni giorno per il culto. Il complesso di Gurdwara è stato nominato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e la sua applicazione è in attesa della lista provvisoria dell’UNESCO.

Wagah-Attari border ceremony

L’abbassamento della cerimonia delle bandiere al confine di Attari-Wagah è una pratica militare quotidiana che le forze di sicurezza dell’India (Border Security Force, BSF) e Pakistan (Pakistan Rangers) hanno seguito congiuntamente dal 1959. L’esercitazione è caratterizzata da elaborati e rapidi manovre da danzatore e alzare le gambe più in alto possibile, che sono state descritte come “colorate”. In alternativa è un simbolo della rivalità tra i due paesi, così come la fratellanza e la cooperazione tra le due nazioni. Parate simili sono organizzate al confine Mahavir / Sadqi vicino a Fazilka e Hussainiwala / Ganda Singh Wala vicino a Firozpur.

Chandigarh

Chandigarh è una città e un territorio sindacale in India che funge da capitale dei due stati limitrofi del Punjab e dell’Haryana. La città è unica in quanto non fa parte di nessuno dei due stati ma è governata direttamente dal governo dell’Unione, che amministra tutti questi territori nel paese. Chandigarh confina con lo stato del Punjab a nord, a ovest e a sud, e con lo stato di Haryana a est. È considerato parte della regione capitale di Chandigarh o Greater Chandigarh, che comprende Chandigarh, e la città di Panchkula (in Haryana) e le città di Kharar, Kurali, Mohali, Zirakpur (nel Punjab). Si trova a 260 km (162 miglia) a nord di Nuova Delhi, 229 km (143 miglia) a sud-est di Amritsar.

Era una delle prime città pianificate nell’India postindipendente ed è internazionalmente nota per la sua architettura e il suo design urbano. Il piano generale della città fu preparato dall’architetto svizzero-francese Le Corbusier, che si trasformò da precedenti progetti creati dall’architetto polacco Maciej Nowicki e dal pianificatore americano Albert Mayer. La maggior parte degli edifici governativi e degli alloggi nella città sono stati progettati dal gruppo di progetto Chandigarh Capital guidato da Le Corbusier, Jane Drew e Maxwell Fry. Nel 2015, un articolo pubblicato dalla BBC intitolato Chandigarh come una delle poche città pianificate al mondo ad aver avuto successo in termini di combinazione di architettura monumentale, crescita culturale e modernizzazione.

Il Capitol Complex di Chandigarh è stato proclamato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità nel luglio 2016 nella 40ª sessione della Conferenza del Patrimonio Mondiale svoltasi ad Istanbul. L’iscrizione dell’UNESCO era sotto “L’opera architettonica di Le Corbusier un contributo eccezionale al movimento moderno”. Gli edifici del complesso del Capitol includono il Punjab e l’Alta Corte di Haryana, il Punjab e il Segretariato Haryana e il Punjab e l’Assemblea Haryana insieme ai monumenti Mano aperta, Memoriale dei martiri, Collina geometrica e Torre dell’Ombra e Giardino roccioso.

La città ha uno dei redditi pro capite più alti nel paese. La città è stata segnalata come una delle più pulite in India sulla base di uno studio del governo nazionale. Il territorio sindacale è anche a capo dell’elenco degli Stati e dei territori indiani secondo l’Indice di sviluppo umano. Nel 2015, un’indagine di LG Electronics l’ha classificata come la città più felice dell’India rispetto all’indice di felicità. L’area metropolitana di Chandigarh-Mohali-Panchkula forma collettivamente una Tri-città, con una popolazione complessiva di oltre 1.611.770.

Altri Link

Cosa vedere in Rajasthan           Cosa vedere in Kerala            Cosa vedere in Kashmir                Cosa vedere in Agra

Cosa vedere in Gujrat                  Cosa vedere a Leh                    Cosa vedere a Mumbai                   Cosa vedere a Delhi

Cosa vedere a Varanasi               Cosa vedere a Jaipur              Cosa vedere a Jodhpur                   Cosa vedere a Udaipur

Cosa vedere a Jaisalmer             Cosa vedere a Pushkar           Cosa vedere a India                         Cosa vedere a Khajurao

Cosa vedere a Calcutta                Cosa vedere a Cochin              Cosa vedere a Ellora                        Cosa vedere a Ajanta

Cosa vedere a Amritsar               Cosa vedere a Srinagar          Cosa vedere a Dharamshala